“Facebook e Instagram sono gratis!”

“Che ci vuole a fare un post! Scrivi questo e quello, prendi una foto su Google e hai fatto!”.

Il pensiero comune è che Facebook sia alla portata di tutti, ma dal punto di vista aziendale non è propriamente così.

Un’azienda che decide di utilizzare i social network per promuovere la propria attività, deve prestare attenzione anzitutto all’algoritmo della piattaforma per la creazione dei singoli post e in secondo luogo a quello che è il pubblico di riferimento. Per farlo Facebook mette a disposizione lo strumento gratuito Facebook Insights.

Pubblicare un post però non basta, perché il modello di business di Facebook, basato sulla vendita di spazi pubblicitari, consente maggiore visibilità ai post che vengono sponsorizzati, lasciando una visibilità organica tra l’1% e il 10% ai post non sponsorizzati.

Con questo articolo del blog andiamo ad analizzare le diverse possibilità che Facebook Inc. offre per promuovere la tua attività su Facebook, Instagram, e piattaforme esterne grazie a Audience Network.

 

 

Metti in Evidenza

[ torna al menu ]

Per promuovere un post su Facebook e/o Instagram le possibilità sono due: cliccare sul pulsante “Metti in evidenza”, presente sotto ogni post, oppure utilizzare la piattaforma Gestione Inserzioni.

Il pulsante “Metti in evidenza” ha funzionalità decisamente ridotte rispetto a Gestione Inserzioni. Ad esempio, il pubblico non può essere modificato una volta messo in sponsorizzazione il post ma, soprattutto, è l’intelligenza artificiale di Facebook che decide automaticamente il target della sponsorizzazione.

In questo modo sono limitate le possibilità di promozione che Facebook inc. offre agli utenti rispetto alla piattaforma Gestione Inserzioni.

 

La piattaforma Gestione Inserzioni

[ torna al menu ]

La prima scelta da fare quando utilizzi Gestione Inserzioni è l’obiettivo di marketing.

Puoi scegliere tra tre categorie di obiettivi: Notorietà, Considerazione e Conversione.

All’interno della prima categoria ci sono gli obiettivi Notorietà del Brand e Copertura. Il primo ti permette di aumentare la conoscenza da parte degli utenti di Facebook e Instagram della tua pagina o del tuo account, il secondo invece ti permette di raggiungere il numero massimo di persone in base al budget e agli interessi del pubblico a cui è rivolta.

La seconda categoria di obiettivi è Considerazione.

I due obiettivi principali di questa categoria sono Traffico e Interazione.

Con l’obiettivo Traffico puoi portare gli utenti su un sito web esterno a Facebook, ad esempio l’ultimo post del tuo blog, mentre l’obiettivo Interazione ti permette di raggiungere le persone interessate al tuo post, ossia coloro che sono più propense a commentare, condividere o semplicemente mettere un like al post.

Ultima categoria di obiettivi è Conversione, con la quale puoi invitare gli utenti ad eseguire specifiche azioni: ad esempio dalla registrazione alla tua newsletter all’effettuare un acquisto se gestisci un e-commerce.

Una volta scelto l’obiettivo, dovrai impostare il budget (totale o complessivo) che vuoi spendere per la tua campagna.

 

Il pannello di impostazione della campagna

[ torna al menu ]

La definizione del target è uno dei momenti più importanti della campagna di sponsorizzazione.

Nel pannello di impostazioni di Gestione Inserzioni puoi definire il tuo pubblico in base a:

  • Età (dai 18 ai più 65 anni)
  • Sesso
  • Luogo di provenienza (potendo scegliere una o più città in un raggio che va dai 17 ai 40 km per ognuna di esse, oppure un’intera regione o un’intera nazione).

In questa foto, ad esempio, abbiamo selezionato la città di Palestrina, in provincia di Roma, e un raggio di 40 km.

Oltre a scegliere determinate città, regioni o nazioni, con Gestione Inserzioni possiamo anche escludere alcune zone dalla mappa. Così facendo, la sponsorizzazione non raggiungerà coloro che hanno impostato come luogo di residenza, oppure come luogo in cui si trovavano di recente, le città che non vogliamo raggiungere.

Ma non è finita qui!

Cliccando sulla voce “Targetizzazione dettagliata”, questa piattaforma ti permette anche di inserire dati demografici, interessi e comportamenti di quello che vuoi sia il tuo pubblico di riferimento.

All’interno dei dati demografici troviamo diverse scelte: dal livello di istruzione al settore lavorativo, dal mese di nascita agli avvenimenti rilevanti, come la situazione sentimentale o l’essere genitori.

Nella sezione Interessi troviamo tutto quello che può definire al meglio il nostro pubblico in base ai ‘like’ che hanno lasciato a post e pagine. Le macro-categorie con cui Facebook ha suddiviso gli interessi sono:

  • Cibo e Bevande
  • Commercio e Industria
  • Familiari e Relazioni
  • Fitness & Wellness
  • Hobby e Attività
  • Intrattenimento
  • Shopping e Moda
  • Sport e Attività all’Aperto
  • Tecnologia

All’interno di ognuna di esse, troviamo almeno 5 sotto-categorie che rispecchiano gli interessi del pubblico al quale ci stiamo rivolgendo con la nostra sponsorizzazione.

L’ultima categoria è quella dei comportamenti e fa riferimento, ad esempio, alla tipologia di dispositivo utilizzato o all’aver effettuato un viaggio di recente.

Come avviene per la targetizzazione geografica, anche quella dettagliata ci permette di escludere determinate categorie e restringere il pubblico. Un esempio: per un food blog che vuole sponsorizzare una ricetta vegana, inserire come pubblico gli amanti della carne non è una buona strategia, quindi sceglierà di escluderli.

 

Posizionamento

[ torna al menu ]

Dopo aver scelto il pubblico e le sue caratteristiche principali, Facebook ci chiede dove vogliamo promuovere il nostro post. La scelta principale da compiere è tra i posizionamenti automatici e quelli personalizzati.

Il posizionamento automatico viene realizzato da Facebook su tutte le piattaforme disponibili per permettere alla tua sponsorizzazione di ottimizzare il budget investito. Sarà il sistema di pubblicazione di Facebook ad assegnare il budget dell’inserzione in base a dove queste potrebbero ottenere le migliori prestazioni.

Con i posizionamenti personalizzati, invece, sarai tu a scegliere dove far visualizzare la tua campagna promozionale a seconda del tipo di post o di campagna che hai ideato, naturalmente, maggiori saranno i posizionamenti scelti (e il budget investito) e maggiore sarà la visibilità del post sponsorizzato.

Le quattro piattaforme su cui puoi fare inserzioni sono: Facebook, Instagram, Messenger e Audience Network.

I posizionamenti invece, si suddividono in:

  • Feed, in cui puoi effettuare la scelta tra: la Sezione Notizie di Facebook, il Feed di Instagram, il Marketplace di Facebook, il Feed dei video di Facebook, la Colonna destra di Facebook, la sezione Esplora di Instagram, la Posta di Messenger e infine la Sezione Notizie dei gruppi Facebook.
  • Stories, su Instagram, su Facebook o su Messenger.
  • In-stream, grazie al quale la tua inserzione verrà visualizzata da chi sta vedendo un video su Facebook e può essere sia un’immagine che un video.
  • Cerca, la tua campagna verrà posizionata nella barra di ricerca di Facebook.
  • Messaggi, può essere utilizzata solamente per la tua fan base ed è utile per inviare offerte o aggiornamenti.
  • Nell’articolo, disponibile solamente da mobile, permette di mostrare l’inserzione a chi legge gli articoli degli editori direttamente sulla piattaforma.
  • App e siti, di editori esterni a Facebook Inc. che concedono sul proprio sito web, o sull’app, spazi pubblicitari agli inserzionisti del social di Mark Zuckerberg. I posizionamenti tra cui poter scegliere sono: Formato nativo, banner e interstitial di Audience Network, Video con premio di Audience Network, Video in-stream di Audience Network.

 

Inserzione

[ torna al menu ]

Successivamente, è il momento di valutare la tipologia di creatività da sponsorizzare. Tieni conto che può essere utilizzato un post esistente sulla pagina oppure creare un post ad hoc solamente per essere sponsorizzato, quest’ultimo non sarà presente sul vostro feed Facebook o Instagram.

È ora il momento di selezionare il post che vogliamo sponsorizzare, oppure crearne uno ad hoc. Tieni presente che creando un post ad hoc solo per la sponsorizzazione, questo non sarà presente tra i post della tua pagina ma sarà visualizzabile solamente da chi rientra nel target selezionato in precedenza.

In questa sezione, la piattaforma ti mostrerà l’anteprima della tua sponsorizzazione rispetto ai vari posizionamenti che hai selezionato in precedenza. Ti consiglio di controllare singolarmente tutti i posizionamenti, perché i formati potrebbero variare e non essere perfettamente visibili ovunque!

 

Analisi del post prima dell’approvazione

[ torna al menu ]

Giunto a questo punto dovrai confermare tutto il procedimento. Il tuo post sponsorizzato sarà analizzato dalla piattaforma, se rispetterà le linee guida verrà approvato e la tua campagna avrà inizio.
Per valutare il successo o meno della tua campagna, le metriche a cui fare riferimento sono principalmente tre:

  1. PPC, acronimo di Pay Per Click, sta a significare il costo medio per ogni clic sul link ed è il rapporto tra l’importo speso e il numero di click effettuati dagli utenti.
  2. CPM, acronimo di Costo per mille, che indica l’importo speso in totale diviso per il numero di impression ottenute e successivamente moltiplicato per 1000.
  3. CPA, costo per azione, grazie al quale andrai a pagare solamente se un utente effettua l’azione per il quale abbiamo effettuato la sponsorizzazione.

Ultimi Articoli

Iscriviti al prossimo Workshop

Scopri come il digital marketing ti può aiutare a far crescere il tuo business!

ISCRIVITI AL CANALE!